lunedì 19 agosto 2013

Biscottini alle zucchine per Babà

- A zì!
La voce è quella d'un ragazzotto dalla pronuncia un po' rude di chi viva in provincia, in uno qualsiasi dei tanti paesi che circondano la capitale su quella fascia di colline detta Castelli Romani.
Le consonanti sorde sono costantemente sonorizzate: la "z" di "pozzo" suona come quella di "mezzo". 
- Oh, zì!
La voce mi suona familiare, eppure non c'è nessun altro qui al parco se non io e la padroncina della cagnetta amica di Babà.
Mi guardo attorno. Niente. Avrò sentito male.
- A zì! Ma ce sendi o sì sordo? - La "t", per effetto della stessa regola fonetica , suona "d" e...
C...ribbio! Lo sapevo! Non bastavano i demoni felini in cucina, adesso sento anche i cani parlare!
Mi si è infrollito il cervello, di sicuro, e tutto per colpa di questa maledetta d...ieta - Ecco, l'ho detto!
Sarà meglio che aggiunga qualche caloria in più a pasto, altrimenti verrò sommerso dalle allucinazioni.
- Oh! Zì!!!
- Eh!... Che c'è? - Sottovoce, per non farmi sentire dalla ragazzetta seduta sulla panchina poco lontano, tutta intenta a "spippolare" qualche messaggio sul cellulare.
- La si sendida, a essa?
- "Essa" chi: la tua amica Vaniglia?
Ebbene sì: Babà ha un'amichetta spiccicata a lui, e si chiama Vaniglia. Sul serio, eh?
- Sine! Nun la sì sendida? Me shta a pija per c...
- Babà! Insomma! Ti ci metti anche tu adesso?
Ma che succede? Perché tutto questo? Sudo freddo.
È dal giorno della fetta di strudel, in effetti, che non assumo zuccheri. Sarà per questo?
È una crisi d'astinenza? Che devo fare, che devo fare, che devo ...
- A zì! M'ha detto che sò bburino!
Lo guardo negli occhi d'oro da maschiotto. - A un anno, del resto, un cane è ancora adolescente.
- Tesoro dello zio, sta calmo. Non te la prendere, su. In fondo un qualche accento leggero - Ma giusto un'ombra, eh? - della parlata di Albano Laziale t'è rimasta. Hai soltanto un anno e ancora non hai assimilato bene la cadenza romanesca.
- Mó lle do nu mozzico alla zinna e vedi, eh?
- Burino! Burino! Ah, ah, ah! Burino che non sei altro!
- La sì sendida?
Voglio un croissant alla marmellata, una fetta di cheesecake ai frutti di bosco, un cucchiaio di miele.
Qualsiasi cosa pur di uscire da quest'incubo.
- Babà burino! Babà burino! Ah, ah, ah! 
- La pozzino shcoppà! Che 'mbunita che è, essa!
- "Essa", come dici tu, mi risulta venire da Latina e quindi, semmai è più burina lei di te, no? Dài, non fare il cafone e giocaci. T'ho portato anche la palla da tennis...
- Ma me la rubba sembre! È sverta, essa. È come lo lambo!
- Eh, sì, hai ragione. Lo sai che le femmine...
- Annamo via, zì, me so shtufato!...
- Io invece sono esaurito...
Per la strada di casa nulla, come se niente fosse.
Lui che si ferma ad ogni due per tre ad analizzare chissà quale odore sul marciapiede e a sollevare la zampetta per marcare il passaggio, io che lo guardo con la coda dell'occhio e, soprattutto, quella dell'orecchio.
Niente. Forse sono solo stanco, forse stavo con la mente in chissà quale racconto da scrivere e mi sono suggestionato.
- A zì, ma quanno tornamo a casa tua me li fai li bishcotti?
 È impossibile riprodurre la prosodia altalenante della sua frase, e non ci provo nemmeno.
Resto fermo al passaggio pedonale come un imbecille, in una mano il guinzaglio e nell'altra il telefono.
Che faccio, chiamo l'ambulanza?...
- Sì, bello de zio. Quanno tornamo a casa te li faccio, i biscotti. Dimme 'n pò: le zucchine te piaceno?
- Fischia! - E devo scrivere questo, perché l'esclamazione è assai meno pubblicabile.
- Bene, allora te li faccio con le zucchine, va bene?
- Vedi mbò tte! Bashta che me li fai. E me lo dai pure lo iogurte?
- Sì, pure lo yogurt, sì. Basta che non tiri il guinzaglio!

Biscottini alle zucchine
250 g farina 00
50 g   farina di riso (o anche di fecola di patate)
80 g   omogeneizzato alla carne (un vasetto)
1        uovo
2 cucchiai d'olio di semi
1 zucchina media (200 g ca.)
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
In una ciotola unire le farine e, al centro, versare l'omogeneizzato e l'uovo.
Unire la zucchina tritata finemente, l'olio, il bicarbonato e iniziare a impastare.
Qualora l'impasto fosse ancora troppo cedevole per essere steso aggiungere altra farina, a poco a poco.
Manco a dirlo: né sale né spezie varie, eh?
Non sia mai che anche al cucciolo vengano le allucinazioni. Uno basta e avanza.
Stendere la pasta e con una formina a piacere ricavare tanti bei biscottini, che si disporranno su due teglie coperte da carta forno.


Cuocere in forno caldo, i soliti 180°, per una mezz'ora.
Devono asciugare bene e, freddandosi, indurire un po'.
Visto che ne vengono due teglie si può anche ottimizzare la cottura mettendole entrambe in forno; a metà del tempo basta invertire la posizione delle teglie per avere lo stesso aspetto dorato e invitante.


Quando un cane ti guarda così capisci che il nome "Babà" gli calza a pennetto. È proprio il "suo"...
- A zì!
Ci risiamo! Pover'ammé! Ci manca solo il reparto neurologico e poi non mi manca nulla! Stavolta l'album è completo...
- Dimmi, bello di zio, che c'è?
- Ma angóra nun ze cena?
Voglio un tiramisù, un bignè al cioccolato, una brioche col tuppo imbottita di gelato.
E subito!

Detto albanense del giorno
Quanno Monte Cavo se mette 'o cappello, và a casa a pijà 'o 'mbrello!

(Monte Cavo una montagna dei Castelli Romani. Vista l'altezza vi sono dislocate le antenne trasmissive radio-televisive, oltre che le stazioni radio-base del sistema Radiomobile)

Oggi ascoltiamo
Randy Newman - You've Got A Friend In Me (Live)

http://www.youtube.com/watch?v=LXARdPb4YBs

4 commenti:

  1. se uno è viziato così......
    pure il forno con 'sto calore accendi per il burino

    RispondiElimina
  2. Sì, lo so, la colpa è di mamma e zio, ma come si fa quando fa quella faccia da trovatello senza casa e senza scarpe? È un ammaliatore nato e lo sa, 'sto burino.
    E sa sempre dare affetto ed entusiasmo quando vede qualcuno in difficoltà; se qualcuno si lamenta accorre come un fulmine, e se sente piangere salta al collo coprendoti di baci per consolarti.
    Con uno così che fai, non accendi il forno per farlo felice?

    RispondiElimina
  3. iomilanese-laura20 agosto 2013 12:13

    bau, bau! lau

    RispondiElimina
  4. Ah, ah, lau non ci provà. I biscottini sconditi con le zucchine non te li faccio di certo.
    A te pizza piena di sugo e formaggio, torta Calla al triplo cioccolato e... mh... che dici: brioche nuvolosa fatta a mano (altro che impastatrice) o strudel?
    Uno di tutto? Bien! Ma i biscottini pro-canidi no, por favor.

    RispondiElimina